A metà maggio ho avuto un episodio di tracheite: gola rossa, un po? di febbre, Raucedine; il medico mi ha prescritto un antibiotico da prendere per 6 gg. Finita la cura il male alla gola era passato anche se la sensazione di orecchie tappate e catarro tra naso e gola non era molto migliorato. Dopo circa 10 gg ho avuto un malore portato da una forte tachicardia e dalla fatica a respirare e da quel momento mi è piombata addosso una stanchezza inspiegata ed una fatica esagerata a compiere anche i lavori più elementari.Ho fatto un controllo con esami del Sangue anche dei valori tiroidei poiché da 4 anni ho una struma (dimensioni 22mmx15mmx13mm) sul lobo sinistro, che non mi ha mai dato problemi: TSH==,795 FT3=3,0 FT4=1,40 TG=90,8 TPO minore di 35 ANTI TIREOGLOBULINA minore di 35. Il medico della medicina nucleare che mi segue da 4 anni sostiene che il mio malessere (continua stanchezza, debolezza,fiato corto) non è dovuto a problemi di tiroide; un altro endocrinologo invece sostiene che il mio problema derivi proprio dalla Tiroide e potrebbe trattarsi di tiroidine (conseguenza della tracheite) anche se i valori del sangue sono nella norma (l?episodio infiammatorio potrà risultare dagli esami solo tra 3 o 4 mesi) .Vorrei sapere a chi dare retta e se non è un problema tiroideo quali altri accertamenti potrei fare tenuto conto che tutti gli altri valori del sangue sono perfetti.?