12-04-2006

A mio marito è stata consigliata la terapia con

A mio marito è stata consigliata la terapia con interferone, siamo entrambi titubanti visti gli effetti collaterali. Ha ormai da 25 anni o più questa malattia scoperta x caso dopo una gentile fuoriuscita dall'AVIS senza spiegazione all'epoca, a seguito di un infortunio 14 anni fa e con esami più specifici abbiamo scoperto che era affetto da epatite c con genotipo 2a/2c. Esami del sangue specifici hanno sempre evidenziato un innalzamento dalle transaminasi ma mai suporiori a GOT 60 e GPT 107. Anche l'alimentazione ha la sua importanza e lui è abbastanza attento come con gli alcolici. Avremmo bisogno di un ulteriore consiglio in anticipo ringraziamo infinitamente.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Le consigliamo di seguire quanto proposto dal medico curante e sottoporsi alla terapia, per svariati motivi. In primo luogo poiché presenta alterazioni delle aminotransferasi indicative di una possibile progressione del danno epatico, in secondo luogo per la giovane età, infine, per la presenza di un genotipo di HCV che risponde favorevolmente alla terapia con IFN e RBV, presentando una percentuale di successo che arriva fino al 70-80%.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!