Gentili dottori, buongiorno.Scrivo per un "problema" molto comune che mi affligge da oltre 10 anni: l'acne.Sono una ragazza di 23 anni che ha iniziato ad avere problemi di pelle a cavallo del menarca e da allora non ha più avuto una pelle normale.Inizialmente avevo comedoni grandi, che si infiammavano, soprattutto sottopelle. Tuttavia, devo... Leggi di più ammettere che, con il tempo, la situazione è nettamente migliorata. Sono stata in cura da un dermatologo diversi anni fa, il quale mi aveva diagnosticato un'acne volgare e sottoposta a cure antibiotiche e con creme/gel ad uso topic.La prima cura ricordo essere stata Tretralysal + Duac Gel. In una 15ina di giorni la pelle ha reagito molto bene, i brufoli stavano andando via, ma poi mi sono allergizzata al perossido di benzoile (infatti, la mia pelle non lo tollera più).Da allora quindi ho usato tantissime altre lozioni da lui prescritte: clindamicina, acnell as pergam e differin gel, ecc., ma niente ha più funzionato. Ho anche preso l'antibiotico miraclin.La mia pelle del viso, ad oggi, è soprattutto piena di punti neri (ovunque), pori dilatati e brufoletti sottopelle che si sentono al tatto e si vedono controluce. I brufoli più "grandi" mi escono soprattutto nella zona del mento o sulle guance quando sono sotto ciclo, ma quasi mai più avuti in fronte.Ho usato anche creme da banco della linea di La Roche Posay (Effaclar Duo, consigliato dal dermatologo, e Effaclar K) e poi altri come YouDerm, la linea della Vichy, Acnet di Bionike, comprai anche il Benzac (che mi fece allergia per il benzoilperossido, non fui attenta a controllare gli eccipienti).Sono molto attenta ai prodotti che utilizzo, sono anni che ormai compro anche dei fondotinta di farmacia e detergo sempre il viso la sera con un detergente delicato e non schiumogeno per pelli grasse; utilizzo una crema idratante specifica per pelli acneiche e la sera utilizzo una crema a base di Gluconolactone e Niacinamide o, nei giorni in cui sono più infiammata, il Differin Gel (Adapalene).Questo per spiegarvi/le che ne ho provate di ogni, ma la situazione sottopelle non migliora mai (al massimo, si sfiammano i brufoli più grandi). E' possibile che devo convivere con questa situazione senza mai trovare una soluzione definitiva?Ho fatto un controllo ginecologico un paio di anni fa, dal quale risultò che non soffro di ovaio policistico e la dottoressa escluse una causa ginecologica per l'acne. Ciononostante, ci potrebbero essere delle cause "interne" o ormonali? Quali analisi devo fare per il controllo ormonale?Segnalo inoltre che ho scoperto di essere celiaca e intollerante al lattosio circa un anno fa, da allora seguo una dieta rigorosa.Non mangio male, sono sempre stata normopeso (48kg per 159cm), l'unica cosa che non faccio, purtroppo, è bere... Credo di bere si e no mezzo litro di acqua al giorno, ma mi sto sforzando per prendere l'abitudine di berne 1/2l.Dovrei fare, tra le altre cose, uno screening per la trombofilia, in quanto mia sorella ha una mutazione MTHFR in eterozigosi, e la ginecologa mi consigliò di indagare perché avevo il valore dell'omocisteina poco più alto del normale.Vorrei avere, se possibile, un parere medico circa una strada che posso percorrere per arrivare a qualche risposta. So che l'ideale sarebbe tornare in cura dal dermatologo, ma prima di ritrovarmi nuovamente a comprare migliaia di gel, lozioni e antibiotici, vorrei fare qualche analisi o qualsiasi altra cosa che potrebbe essere utile anche allo specialista per arrivare più velocemente alla cura definitiva.Vi ringrazio in anticipo e chiedo scusa per la lunghezza.