28-09-2016

Antidepressivi: controindicazioni per donazione sangue e gravidanza?

Buongiorno, il mio quesito riguarda l'assunzione di antidepressivi in relazione a due situazioni: la prima riguarda l'assunzione di antidepressivi, nello specifico 1 cp di Protiaden, associata a Seroquel la sera e Xanax al bisogno. È possibile con questo tipo di terapia, donare sangue intero? La seconda domanda riguarda la programmazione di una gravidanza: in questo caso è vero che con una terapia antidepressiva come quella sopra indicata, occorre sospendere l'assunzione dei farmaci? E nel caso in cui sia l'eventuale futuro padre ad assumere farmaci antidepressivi al momento del concepimento del nascituro, esistono controindicazioni? Nel ringraziare per la disponibilità, porgo i miei più cordiali saluti.
Risposta di:
Dr. Orazio Palazzolo
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Risposta
Riguardo alla possibilità di donare sangue intero utilizzando i farmaci che lei cita ritengo di poter rispondere di no, ma per opportuno approfondimento può chiedere ai medici del Centro Trasfusionale. Per quanto riguarda la gravidanza la risposta è anche in questo caso negativa perché l'esposizione del feto, soprattutto nei primi mesi, a qualunque tipo di farmaco non è scevro da rischi; tuttavia va fatta caso per caso una valutazione del rapporto rischio/beneficio che va affidata allo specialista che segue la paziente. Nel caso del futuro padre che assume questo tipo di farmaci non vengono segnalati particolari rischi.
Cordiali saluti
TAG: Farmacologia | Ginecologia e ostetricia | Gravidanza | Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute femminile | Salute mentale