Buonasera, sono affetta da una forma severa di areflessia vestibolare bilaterale accertata con tutti i mezzi diagnostici del caso. Il mio è stato un iter molto difficile, visionata da ben 8 otorini, non avendo mai trovato un medico che abbia voluto approfondire l'evoluzione della mia malattia, ho fatto anche riabilitazione domiciliare ed... Leggi di più mbulatoriale ma devo dire che i migliori risultati li ho avuti con mesi e mesi di intensa attività motoria tra cui la corsa. Restano comunque l'osillopsia, la cefalea da contrattura muscolare collegata al movimento ed agli sforzi oltre al fatto che devo prestare molta attenzione nell'atto della deambulazione essendo molto facile per perdere l'equilibrio,con le quali ho imparato a convivere. Fra un mese dovrò partorire. Ora l'incognita è se la mia condizione può permettermi di affrontare il dolore, la contrattura muscolare e nervosa di un travaglio e parto naturale o se sia il caso di ricorrere ad epidurale o taglio cesareo. Ovviamente all'ospedale della mia città non hanno mai avuto casi simili, per sua esperienza e casistica cosa ne pensa? Grazie, Stefania