Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

26-06-2017

Assunzione della pillola di emergenza

Gentile dottore, dopo circa 5 anni tre mesi fa ho interrotto l'utilizzo di Nuvaring. Tra il 13esimo e il 14esimo giorno di questo ciclo in probabile piena ovulazione (i due precedenti senza anello sono stati piuttosto regolari, uno di 25 giorni e l'altro di 28 giorni) ho avuto un breve rapporto non protetto senza eiaculazione. Non essendo in questo momento alla ricerca dj una gravidanza ho assunto dopo 15 ore dal rapporto Norlevo. Ho in seguito letto su internet che sarebbe stato opportuno assumere Ellaone visto il momento decisamente fertile del ciclo e ho deciso di assumere, nonostante le perplessità del farmacista che me l'ha venduta, a 36 ore dal rapporto anche Ellaone.

A due giorni dall'assunzione di quest'ultima ho notato perdite dapprima liquide ed elastiche e in seguito più cremose, sensibilità ai capezzoli accentuata e gonfiore al ventre. Verificherò se la gravidanza è stata evitata o meno a ridosso della data presunta dell'arrivo delle mestruazioni con un test ovviamente, ma quanto alta è la probabilità che questa doppia contraccezione di emergenza non abbia funzionato? Inoltre se così fosse, aver assunto questi due farmaci cosa implica per il feto? Grazie per la disponibilità.

Risposta di:
Dr. Maurizio Simonelli
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta

La pillola del giorno dopo funziona principalmente ritardando l'ovulazione, per questo va presa prima possibile. Non si può sapere se al momento del rapporto era in ovulazione o il follicolo doveva ancora maturare! Nel primo caso funziona poco, nel secondo invece va bene! Non ci sono rischi per un'eventuale gravidanza.

TAG: Farmacologia | Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile | Sessualità
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!