11-04-2006

Aura visiva

Buongiorno. Cercando in internet ho trovato questo sito che mi ha dato alcune risposte su questo disturbo. Desidererei saper quando è stato scoperto il nesso tra aura visiva e FOP. Da più di ventanni soffro di questo disturbo, che penso si accentui in periodi di stanchezza e di stress ( sono insegnante in una scuola elementare con un numero elevato di alunni); in alcuni periodi sono frequenti, anche ogni due giorni, poi passano mesi senza che si ripresenti l'aura visiva.
Nel 1992 un neurologo mi aveva sottoposto a EEG e a visita oculistica,nel 93 avevo eseguito il doppler carotideo, nel 2000, in seguito a due episodi di diplopia, venni sottoposta a visita specialistica e a TAC cerebrale. Tutti questi accertamenti, per fortuna mia, avevano dato esito negativo. Tuttavia, più o meno spesso ero soggetta ad aura visiva, con conseguente leggera cefalea nella parte opposta a quella dell'occhio nel quale mi era comparsa e senso di stanchezza e spossatezza.
Il mese scorso il neurologo (una giovane dottoressa) al quale mi ero rivolta, dopo un'accurata visita, che mai prima ricordo di aver avuto, mi ha prescritto alcuni esami, quale il doppler transcranico con mezzo di contrasto, esami del sangue e risonanza magnetica, alla quale devo essere sottoposta ai primi del prossimo mese. Il doppler transcranico ha evidenziato: 7 bolle in condizioni basali e 78 dopo valsalva; conclusione: shunt ds-->sin di tipo II (pattern singoli spikes).
Quali disturbi o conseguenze, oltre a quelli già noti da tanti anni, potrebbero esserci? Mi devo proccupare o posso continuare il mio solito ritmo di vita? Che cure dovrò fare? Grazie per l'attenzione. Nirvana
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il forame ovale pervio necessita di ecocardio transesofageo per definire il potenziale rischio di embolia cerebrale, unica rara complicazione della sua condizione.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!