precisand forse mi son spiegata male ho richiesto al mio medico curante l EEG a causa di questi tremori notturni che ho avuto per tutto il mese di agosto forse una coincidenza ma tutto e iniziato con l 'utilizzo della CPAP primo esito EEG ANOMALIE SPECIFICHE DI COMIZIALITA A VEROSIMILE PARTENZA TEMPORALEil neurologo avendo visto il primo elettroencefalogramma solo per sospetto epilessia mi ha prescritto il tegretol 400 mg 1/2 compr la sera da aumentare ad una dopo una settimana e controllo dopo un mese con un altro EEG e RISONANZA MAGNETICA ENCEFALO faccio presente che nel dubbio il mio medico mi consiglia di non assumere il tegretol di aspettare di effettuare i successivi controlliche a distanza di un mese il secondo EEG RISULTA TRACCIATO EEG NELLA NORMA MENTR RM ENCEFALO NON SONO APPREZZABILI ALTERAZIONI DEL SEGNALE DEL PARENCHIMA ENFACALICO SOTTO E SOPRATENTORIALE I LOBI TEMPORALI SONO SIMMETRICAMENTE E MODERATAMENTE IPOTROFICI,MA CONSERVANO NORMALE MORFOLOGIA E SPESSORE CORTICALE LE STRUTTURE DELLA LINEA MEDIANA SONO IN ASSE IL SISTEMA VENTRICOLARE E' SIMMETRICO DI DIMENSIONI NORMALI, NORMALE CONFIGURAZIONE DELLE CISTERNE PERIASSIALI SIMMETRICA RAPPRESENTAZIONE DEI SOLCHI DELLE CONVESSITA CEREBRALI RICONOSCIBILI E PERVI I PRINCIPALI VASI ARTERIOSI ENDOCRANICIPRESENTANDOMI NUOVAMENTE AL CONTROLLO DALLA NEUROLOGA CON I DUE RISULTATI EEG E LA RM ENCEFALO MI RICONFERMA LA CURA CON TEGRETOL 200 MG ALLA SERA DOPO TRE GIORNI DA AUMENTARE A 400MG PU SEROPRAM 10 GOCCE AL POMERIGGIOFATTI QUESTI ESAMI DAL MESE DI SETTEMBRE ULTIMO INCONTRO CN NEUROLOGA AI 12/10/2010 INIZIA UN CALVARIO IMPROVVISO VENGO COLTA DA FORTI CRISI DI TACHICARDIA E PRESSIONE ALTA SOPRATTUTTO USCENDO DA CASA IN AUTO E NEI NEGOZI LI VENGO INDIRIZZATA DALLO PSICHIATRA CHE MI PRESCRIVA IL DAPAROX CHE HO USATO PER MESE NOVEMBRE A META DICEMBRE POI INTERROTTO GRADUALMENTE PERCHE AVEVO DEI EFFETTI COLLATARALI O INTOLLERANZA NON LO SO PRATICAMENTE SONO RIMASTA SCOPERTA FINO AD OGGI PERO I TREMORI NOTTURNI DAL MESE DI OTTOBRE SONO SPARITI MA SONO ARRIVATI GLI ATTACCHI DI PANICO DURANTE LA GIORNATA OGGI A DISTANZA DI TRE MESI E MEZZO SONO RITORNATI I TREMORI NOTTURNI CHE DURANO QUEI DIECI MINUTI ANCHE MENO A VOLTE MA TI LASCIANO UN SENSO DI PESANTEZZA ALLA TESTA UN CALORE E ALLO STOMACO SO CHE ESISTE DELLE CRISI EPILETTICHE PARZIALI DOVE NON SI PERDE LA COSCIENZA MA SI E COSCIENTI E VIGILI MA COME POSSO CAPIRE SE SONO ATTACCHI EPILETTICI O ATTACCHI DI PANICO PUO ESSERE IL FATTO CHE SOFFRO DI APNEE E IPOPNEE NOTTURNE DI GRADO SEVERO A FARMI AVERE QUESTI TREMORI ANCHE UTILIZZAND LA CPAP PER DORMI O POTREBBE ESSERE CHE INCONSCIAMENTE NN RIESCO AD ACCE TTARE IL DORMIRE CON LA CPAP A PUNTO TALE CHE LA NOTTE INCONSCIAMENTE MI SVEGLIO PER L'ANSIA DI DORMIRE CON LA CPAP ORA ASPETTO DI ESEGUIRE IL TERZO EEG A GIORNI MA NEL FRATTEMPO CHE DEVO FARE PER CONTROLLARE QUESTI FASTIDIOSI TREMORI E SECONDO LEI DOTTORE E EPILESSIA O ANSIA E PERCHE DUE RISULTATI DIVERSI DI EEG COME POTER VALUTARE QUALE DEI DUE E GIUSTO O SBAGLIATO V ALUTANDO ANCHE LA RM ENCEFALO E LA MIA ANSIA QUALI ALTRE PATOLOGIE OLTRE L'EPILESSIA POTREBBE PORTARE SINTOMI DI TREMORE NOTTURNO 'GRAZIE CORDIALI SALUTI