Buona sera,mio padre ha 58 anni: già sopravvissuto 4 anni fa al morbo di Fournier; "leggero" diabete non insulino dipendente, si è sottoposto ieri ad un intervento programmato di cardiochirurgia: bypass ad una coronaria, sostituzione aorta ascendente con relativa valvola, tutto cio' tramite l'ausilio della circolazione extra corporea naturalmente.... Leggi di più Il cardiochirurgo è soddisfatto dell'intervento, ma a 24 ore dal ricovero in terapia intensiva, non si è ancora svegliato del tutto, nel senso che non è piu' intubato ma è ovviamente ancora attaccato ad una serie di macchine e all'ossigeno e dorme in continuazione. Se lo chiamo lui si sveglia, mi riconosce, si muove un pochino anche "su richiesta", risponde con frasi brevi ma dopo poco si riaddormenta. I parametri per ora sono nella norma. Secondo voi è normale questo tempo di risveglio così lento?Dopo quanto ci si deve preoccupare?GrazieMichela