Logo Paginemediche
L’ESPERTO RISPONDE

Buonasera. mia mamma (68 anni) e' stata sottoposta

Buonasera. Mia mamma (68 anni) e' stata sottoposta nel mese di luglio ad un intervento chirurgico per la sostituzione delle valvole mitralica e aortica (utilizzate valvole biologiche), per la plastica della tricuspide e per l'ablazione per fibrillazione atriale. L'intevento e' andato bene e il decorso post-operatorio e' stato ottimo. Nell'ultimo mese, ancora sotto cumadin (previsto almeno per i 3 mesi successivi all'operazione) ha iniziato a soffrire di tachicardia atriale(fino a 100 bpm, raramente 120) non continuativa: eventi ogni 4/5 giorni. All'inizio il cardiologo e il cardiochirurgo avevano pensato di intervenire con una cardioversione, ma la saltuarieta' dei sintomi ha fatto sospendere questo intervento. L'ecocardiogramma, l'elettrocardiogramma (escluso il momento della tachicardia) e gli altri esami sono nella norma . E' stata fatto anche una eco alla tiroide con buon esito. In questo periodo i famaci che prende sono: coumadin, cordarone, lasix, liponorm, unipril, pantorc. Siamo in attesa dell'esito dell'holter monitor e degli esami del T3,T4,TSH. La pressione e' mediamente 70/80-120/130, mentre i battiti sono intorno al 76/81. Non e' stato sospeso il coumandin e in presenza di questo aumento di battiti (che genera tremori alla gambe e spossatezza) e' stato prescritto di raddoppiare il cordarone (2 capsule al di'). Fino ad ora la riposta e' immediata: nel giro di un paio di ore al massimo i battiti riornato 76/80. Dottore e' possibile che vi siano dei farmaci, che prende mia mamma, che interagendo tra di loro possano generare questi scompensi? Mi madre ha preso per anni il Tenormin ( che pero' non puo' prendere in questo periodo perche' non puo' essere somministrato con il coumadin). Ho letto che Unipril in concomitanza con il cordarone puo' generare tachicardie, etc.. Quello che ci lascia perplessi e' la ciclicita' dell'evento e l'immediato rientro dopo la somministrazione di 2 cordarone. Attendo fiduciosa un suo cortese parere. Grazie1000
Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
Il tipo di intervento di sua madre, includendo l’ablazione per la FA, espone al rischio di aritmia residua. Nessuno dei farmaci che assume può causare la tachicardia atriale, anzi il Cordarone è una terapia adeguata per questo disturbo. Nel giro di qualche mese dopo la procedura, alcune aritmie tendono e scomparire.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma