Buonasera, nel 2006 ho avuto un primo episodio di ascesso perianale, che essendo stato curato male all'inizio, è diventato molto doloroso ed esteso, mi ha portato a subire un intervento chirurgico in anestesia generale con successivo drenaggio, zaffa e medicazioni. A distanza di circa due anni dall'intervento il problema si è riproposto, ma questa volta una cura antibiotica tempestiva ha fatto in modo che l'ascesso si riassorbisse. Quando è comparso altre volte il problema, non potendo in quel periodo assumere lo stesso antibiotico poichè ero in stato interessante, il chirurgo ha proceduto ambulatorialmente all'incisione e al drenaggio successivo; ora a distanza di mesi l'ascesso si ripresenta periodicamente. La mia domanda è: non essendosi mai l'ascesso trasformato in fistola, tutto si è sempre richiuso perfettamente anche dopo il primo intervento com'è possibile procedere per evitare il riformarsi dell'ascesso, che ormai è diventato molto frequente? Quali esami diagnostici sono consigliati? in quale centro? Grata per la Vostra disponibilità, ringrazio di cuore il Dottore che vorrà rispondermi.