Salve,ho avuto un primo episodio di fibrillazione atriale all'età di 22 anni,regredito entro un'ora dopo somministrazione in bolo di Isoptin in ospedale.Da allora non ho riscontrato altri episodi per 15 anni fino a Giugno di quest'anno 2008,quando si è verificato un nuovo episodio regredito entro un'ora con somministrazione di Propafenone per... Leggi di più infusione e.v.;la f.a. si è ripresentata da allora a Luglio,Settembre,Ottobre,regredita sempre con cardioversione farmacologica in Ospedale,tranne un solo episodio regredito spontaneamente mentre mi recavo al P.S.Ho consultato uno specialista aritmologo,ho eseguito anche uno studio elettrofisiologico endocavitario con f.a. indotta solo a seguito di ripetute stimolazioni e regredita entro qualche ora con bolo orale di 600 mg di propafenone.Non sono state rilevate anomalie di conduzione,nè patologie sottostanti o scatenanti.Mi è stato consigliato da un lato la terapia pill-pocketall'occorrenza con bolo orale di propafenone 600 mg,da un altro terapia preventiva sempre con propafenone retard 325 mg X 2 e controllo con cardiotelefono,per un anno.Il mio quesito è questo:gli episodi di f.a. si sono verificati sempre di notte,durante il sonno,verso le ore 3 del mattino,sempre in clinostatismo,io mi sveglio di soprassalto e me ne accorgo,precedute sempre da una batteria di battiti ectopici(extrasistoli) che innescano la f.a.Se riesco ad alzarmi subito in posizione ortostatica le extrasistoli regrediscono e la f.a. non si innesca.Se dormo in posizione semisdraiata,un poco sollevato con cuscini dietro,non si verificano aritmie.In periodi diurni o di veglia notturna,non si è mai verificato alcun episodio.Aggiungo che sono perfettamente attendibile e capace di riconoscere anche episodi aritmici asintomatici.Potete spiegarmi un'eventuale eziologia,casistica o un'eventuale bibliografia in merito a tale carattteristica di insorgenza del fenomeno?Grazie!Nino