Buongiorno dottore. Sono un ragazzo di 22 anni. Vi ho già scritto qualche tempo fa, spiegandovi la mia situazione di bradicardico. Mi ripeto: come molti ragazzi della mia età ho sempre fatto uso abituale ed anche assidua di "droghe" leggere (il classico spinello). Da anni ne fumavo anche tre o quattro o cinque... o sei al giorno... Sono abituato a... Leggi di più fare le cosiddette "ore piccole" (come tutti alla mia età), e nn ho mai riscontrato particolari disturbi. Solo questa estate, in campeggio, dopo l'ennesimo spinello (nn ho mai preso nient'altro, tipo cocaina o schifezze del genere...), sono stato malissimo. La prima sensazione è stata quella di un fortissimo dolore lancinante e trapassante, dal petto alla schiena, come una pugnalata... è durato un attimo ma è stato tremendo! Poi ho cominciato a sudare freddo, sono diventato bianco, viola, le gambe mi tremavano in modo incredibile, per un istante pensavo di svenire... o di morire nn so! Sono stato in questo stato per parecchie ore, mi hanno portato al pronto soccorso, la cardiologa nn mi ha spiegato cos'avevo, però mi è sembrato di capire che nn era niente di talmente grave... cmq sono stato ricoverato una notte e un giorno. Dopo circa un mese da questa storia (mese in cui sono stato normalissimo, nn riscontravo alcun disturbo, giocavo a calcio, ho continuato la mia vita normale...), mentre ero tranquillissimo al letto a vedermi un film, ho avuto le stesse sensazioni di quella sera, anche se molto meno accentuate. Il giorno dopo sono andato a farmi un Elettrocardiogramma, dove è risultata una Frequenza cardiaca di 45 bpm. La dottoressa si è preoccupata è subito mi ha fatto una radiocardiografia, dove tutto è parso normale. Però nn contenta la dottoressa mi ha fatto fare l'holter, dove è risultato che ho una frequenza cardiaca min di 36, max di 103... medi 51 bpm, con un picco minimo di 25 bpm di notte... inoltre sono state riscontrate 8 extrasistoli. I medici mi hanno detto di nn preoccuparmi, che verosimilmente è tutto da rifarirsi a ipertono vagale... Solo che da quel giorno la mia vita è cambiata. Mi è capitato di trovarmi in un posto chiuso affollato e caldo e di quasi svenire (cosa che in vita mia nn mi è mai capitata!), oppure di correre al pronto soccorso per dei dolori al petto, dolori che sento, che sono reali! mi è capitato di sentire il cuore sparare extrasitoli a mitraglia. poi sembra che sto sempre stanco, dormirei sempre, e nn riesco a camminare a lungo... Mio padre (che è medico, ma ortopedico), dice che sono tutte situazioni psicosomatiche, che somatizzo troppo. Io nn sono molto d'accordo e vi chiedo: secondo voi può esserci qualche relazione tra la mia Bradicardia e l'assidua assunzione di droghe leggere che facevo? nn dovrebbero semmai aumentare i battiti, anzichè diminuirli? Secondo voi sono sempre stato bradicardico o lo sono da questa estate? Bradicardia fisiologica o patologica? In che modo devo comportarmi? I dolori al petto che natura potrebbero avere? Inoltre, mi capita anche di avere difficoltà nel respirare, come se avessi un nodo alla gola. La bradicardia può avere riferimenti con problemi riguardanti altri organi, per esempio i polmoni? Non ho mai fatto sport a grandi livelli. Per favore rispondetemi al più presto. Cordiali saluti.