Buongiorno,ho 48 anni e il giorno 08/09/2011 sono stato sottoposto a un intervento di prostactetomia radicale con scollamento laterale della fascia endopelvica con nerve.sparing bilaterale ( intrafasciale con clips ), in laparoscopica extraperitonerale.e' stato riscontrato con la biopsia che il tumore era presente in due prelievi su dodici. Anche... Leggi di più dopo l’intervento mi è stato riferito che era localizzato!Non ho avuto bisogno di nessun tipo di terapia post operatoria perché dall’esame istologico è emerso che i tessuti molli periprostatici erano esenti da infiltrazioni neoplastiche. Mi è stato tolto il catetere dopo dieci giorni e dopo avere terminato l’assunzione dei medicinali post operatori, circa dopo venticinque giorni dall’intervento ho iniziato ad assumere cialis da 20 mg ogni quattro giorni.La mia erezione precedente all'intervento era fortunatamente ancora perfetta!Ho iniziato dopo quindici giorni dall’intervento la manipolazione per verificare lo stato erettivo. La prima cosa che mi ha colpito è stata la mancanza anche della minima erezione allo stimolo visivo! Ancora oggi che sono passati più di quattro mesi non ci sono miglioramenti in questo senso!Solo dopo un’accurata manipolazione in un primo momento riuscivo ad avere un ingrossamento di circa il 30%. Ora a distanza di quattro mesi dopo circa cinque minuti riesco a raggiungere un’erezione che al massimo arriva circa al 50 – 60 % e una rigidità sempre intorno al 50 %, diciamo che riesce a rimanere in orizzontale!Sarei interessato a una vostra opinione riguardo al mio completo recupero, sia come percentuale sia come tempistica!Dei vostri consigli sulle modalità di recupero, sul numero minimo di erezioni giornaliere o settimanali che dovrei procurarmi e sui vari farmaci e terapie da effettuare per poter recuperare in modo ottimale!Vi ringrazio anticipatamente delle delucidazioni che mi darete!Distinti saluti!