Buongiorno,Le scrivo per chierLe un aiuto per mio marito. Ha 43 anni, è una persona brillante, molto socievole, intelligente (al limite della genialità), si adatta a tutte le situazioni. Ma questo solo con gli estranei. Con la famiglia (quella di origine) è tutt’altra cosa. Il problema si aggrava dal fatto che lavora in una ditta a conduzione... Leggi di più familiare (titolare il padre) in cui lavora fianco a fianco con fratelli e sorelle e padre. Dimostra una grande rabbia nei loro confronti che non riesce assolutamente a gestire: reagisce sempre con violenza a qualunque situazione che non sia come lui aveva deciso dovesse essere. La violenza si manifesta sia a parole (insulti e toni molto alti) che a gesti (oggetti che volano, vestri rotti, ma mai violenza contro altre persone). Sua madre sostiene che questo carattere è presente sin da piccolo. Ha grosse difficoltà a parlare con le persone delle cose proprie, non si apre mai completamente (neanche con me). A casa riesce a gestire la rabbia facendo una serie di lavori manuali (facendo e disfacendo perché non soddisfatto del risultato). Pare che voglia sempre raggiungere la perfezione e che la pretenda anche dagli altri.Sono molto preoccupata del suo stato, pare insoddisfatto della vita (o della vita che fa) ma non si riesce a parlargliene. Dice che non c’è nessun problema, che il problema sono gli altri e tronca qualunque tipo di discussione. Come posso aiutarlo? Come posso fargli prendere coscienza del suo stato? Ho sempre pensato che la sua rabbia nei confronti della famiglia derivasse dal fatto che ha dovuto abbandonare la sua carriera di musicista (per la quale ha studiato e faticato praticamente dall’età di 4 anni) per andare ad aiutare il padre in ditta per difficoltà economiche. Si sente sempre in qualche modo responsabile della famiglia, non accetterebbe mai di lasciare la ditta (è come se abbandonasse la famiglia), ma d’altra parte questo gli crea una grossa insofferenza. Ma la madre mi dice che anche da giovane, addirittura da piccolo, ha sempre avuto questo atteggiamento anche in casa: o si fa come dice lui o spacca tutto.Per favore datemi un consiglio.Grazie mille