16-02-2006

Buongiorno, nella primevarera del 2004 mi è stata

Buongiorno, nella primevarera del 2004 mi è stata diagnosticata una Steatosi epatica e dagli esami risultava una GPT 35; al controllo del feb 2005 la steatosi è stabile, ma GPT a 55. Oggi, feb 2006, la GPT è a 63 con gamma-glut a 25, trigliceridi e colesterolo nella norma. Ho ripreso vecchi esami del 1994 dove avevo GPT a 81; nel giugno 1995 ho subito l'Asportazione della colecisti per calcoli e nel luglio 1995 avevo GPT a 36. In questi due anni ho evitato in modo quasi assoluto alcolici, ma ho ripreso qualche chilo che avevo perso in precendenza (da 93kg nel 2004 a 98 kg ad oggi). Domanda: la costante crescita di questi due anni di GPT (35, 55, 63) è un fattore preoccupante? All'età di 7 anni ho avuto l'Epatite (A o B) mi ricordo che ero sempre stanchissimo (non riuscivo proprio a giocare: stavo sempre sdraiato); oggi ho notato nelle ultime settimane un indolenzimento muscolare su entrambe le cosce anteriori... può significare qualcosa? Grazie, Vittorio, 1964.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Il fatto che la GPT aumenti rispetto ai valori precedenti non è un fattore, di per sè, preoccupante, in quanto esso esprime un segnale di disturbo da parte del fegato. Pertanto è l’alterazione della GPT in sè che determina la necessità di approfondire il problema e non tanto l’entitaà dell’alterazione. Riteniamo utile, a questo punto, che consulti uno specialista epatologo per verificare l’opportunità di essere sottoposto ad esame istologico epatico mediante biopsia epatica che permette di chiarire ulteriormente l’aspetto relativo all’entità del danno epatico ed alle case che lo determinano. L’epatite acuta avuta a 7 anni non è un elemento rilevante nel contesto dell’attuale problematica epatica.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!