Buongiorno,sono un ragazzo di 27 anni che soffre di extrasistoli da 3-4 anni circa. durante questi anni mi sono sottoposto a diversi esami cardiaci: 3 elettrocardiogrammi, 1 ecocardiogramma, 1 prova da sforzo e 1 Holter 24/h. Tutti gli esami sono risultati negativi e hanno (quindi) escluso cardiopatie. L'Holter ha riscontrato delle extrasistoli.... Leggi di più Tuttavia ultimamente mi capita di percepire delle extrasistoli diverse dalle solite: sono più intense, e soprattutto mi sembrano delle doppiette o triplette o comunque sovrapposte. Durano più secondi rispetto alle extrasistoli più "semplici", e sento che il tempo di recupero tra un battito e l'altro (forse intervallo QT???) e maggiore. Sono più rischiose rispetto a quelle più "semplici"? Potrei provare a ripetere un esame Holter, ma considerando che queste extrasistoli mi vengono (le sento) raramente (anche se dipende dai periodi), a che servirebbe? Sinceramente è da tempo che mi chiedo se ci sia una relazione tra extrasistoli e morte improvvisa. Esiste qualche relazione? Esiste qualche esame che escluda il rischio di morte improvvisa? oppure il termine "improvvisa" mi deve suggerire che (oltre alla "tempestività" con la quale i sintomi si susseguono fino alla morte), questa stessa dipenda da fattori o malattie non ancora del tutto chiare ai medici?? Ho letto che la sindrome di Brugada e intervalli QT anomali hanno a che fare con la morte improvisa. Se è vero, esistolo relazioni tra extrasistoli e morte improvvisa o (indirettamente) tre extrasistoli e sindrome di Brugada e intervalli troppo brevi o lunghi QT?Vi ringrazio per la disponibiltà.