buongiorno , volevo gentilmente chiedere un vostro parere. Sono di Salerno.Dal 2005 fino al 2010-2011 ho preso integratori per la palestra di aminoacidi e vitaminici contenente il ferro, con alimentazione ricca di carne rossa e bresaola. Pesavo 90 kg con 175 cm. Nel 2010 mi sono accorto di avere la ferritina a 300 ma l'ematologo disse che era... Leggi di più dovuto a ciò che mangiavo. Nel 2010-2011 ho fato un abuso superiore di integratori di vari tipi. Nel 2011 si aggirava intorno ai 600 e smisi di assumere gli integratori e di cambiare alimenetazione. . Nel maggio 2012 ho fatto gli esami in 4 laboratori diversi in 2 giorni consecutivi ed era 300-700-400-500. Così ho consultato un altro ematologo che mi ha prescritto i test genetici che sono usciti negativi e ha detto che questo accumulo non era dovuto al cibo e agli integratori e che dovevo preoccuparmi solo se avrebbe superato i 1000. tutti gli analisi sono ok,transaminasi, triglicerdi, colesterolo, glicemia ecc. Non ho anemia mediterranea. Nel marzo 2013 siccome era ancora a 500 ho consultato un epatologo che non riscontrando niente a livello di fegato (negativa anche infiammazione, artrosi, artrite, tiroide, aceruloplasminemia negativo) mi ha consigliato di donare il sangue. Ho donato il sangue per altre 4 volte ogni 3 mesi fino a che a giugno 2014 era arrivata a 70.Da allora non ho donato piu il sangue ma volevo sapere se c era il rischio che il valore sia salito di nuovo???. Io adesso sto mangiando senza alimenti che contengono molto ferro e faccio molta attività di resistenza come bici e corsa. Secondo voi l'accumulo che sono riuscito ad espellere c'è il rischio che si ripresenti visto che non c'è malattia genetica? e soprattutto è stato causato davvero dall'alimentazione e dagli integratori?una volta che il ferro di deposito è stato eliminato, e si elimina la possibile causa di accumulo dovuta all'alimentazione a agli integratori, c'è la possibilità che ci sia un nuovo accumulo? grazie