Egregio dottore, mia madre 79 anni, cardiopatica con angioplastica da tre anni, ha subito ultimamente una lieve ischemia cerebrale. Il neurologo ha deciso di aumentare la dose di cardiospirina che mia madre prende dall' epoca dell'infarto; vorrei sapere se tale decisione è ottimale o potrebbero presentarsi effetti collaterali indesiderati o, peggio, pericolosi. La ringrazio. Anna