Alla fine di Aprile ho patito la mia prima colica renale (mai sofferte in precedenza e in assenza di familiarità). Prima l’eco e poi la TC smc hanno evidenziato un calcolo ureterale sn di 6 mm all’eco e successivamente di 3 mm alla TC ( verosimilmente sovrastimato all’Ecografia). Incidentalmente la TC ha anche scoperto due cisti di media grandezza a carico sempre del rene sinistro. Ho assunto integratori ( Calcosin e Edemal ), Fans (Toradol) e Omnic per circa 5 settimane e ho espulso infine il calcolo all’inizio del mese di Giugno, trattenendolo in un colino a maglie fini (trattasi di una piccola pietruzza frastagliata di circa 4 mm). Su consiglio del Medico di Famiglia, ho portato quindi il calcolo per l’analisi presso il laboratorio centralizzato, a cui fanno capo i due principali ospedali cittadini, e l’analisi chimico-fisica finale ha evidenziato una composizione esclusiva di carbonati di calcio. Siccome anche sul web non ho trovato riferimenti a questa rara composizione rispetto a quella più comune di ossalati e/o fosfati e non oso mettere in discussione i risultati di un rinomato laboratorio, Vi chiedo se sono consigliabili altri esami, regole dietetiche o quant’altro. Grazie e saluti cordiali.