07-03-2006

Caro dottore ho da poco effettuato un

Caro dottore ho da poco effettuato un ecocardiogramma transesofageo con questi risultati: ATRIO SINISTRO: nei limiti; MITRALE: minimo rigurgito mitralico con lieve protrusione sistolica della scallop centrale; Ventricolo SINISTRO: nei limiti;
VALVOLA AORTICA: tricuspidata; SETTO INTERATRIALE: Aneurisma del setto interatriale a livello della fossa ovale, dx convesso con fasiche escursioni a sin. e modesto ispessimento della membrana.Non segni di Pervietà della f. o. neanche dopo ecocontrasto salino ev. e manovra di valsava; TRICUSPIDE: n. d. r. Vorrei sapere gentilmente cosa significa tutto ciò, se con il passare degli anni la mia situazione peggiorerà, se è il caso di approfondire con altri esami e se ci sono terapie. Premetto che già da tempo assumo dopo i pasti l'aspirina. Grazie dottore per la disponibilità sempre dimostrata.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’ecocardiogramma indica che la parete che divide gli atri (setto interatriale) è un po’ più abbondante e spessa del nomale e durante la contrazione cardiaca sporge verso uno dei due atri. In alcuni casi, questa condizione può associarsi a perforazioni della parete che provocano un passaggio anomalo di sangue fra gli atri. Nel suo caso, però, la perforazione della parete è stata esclusa. Le alterazioni riscontrate a carico della valvola mitrale sono modeste e di scarsa importanza. La situazione non dovrebbe peggiorare nel tempo e non è necessario eseguire ulteriori esami.
Sulla base del quadro ecocardiografico da Lei riportato, il rischio trombo-embolico, essendo presente solo l’aneurisma del setto, è contenuto e non richiederebbe di per sé trattamento con aspirina. Tuttavia, se tale farmaco le è stato prescritto, è possibile che siano presenti altre situazioni che il suo cardiologo ha giudicato meritevoli di attenzione.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare