26-03-2018

Complicanze diabetiche

1)Glicemia 2006- 122 / 2008- 140 / 2014- 250 /2016- 245 / tutte a digiuno.Parlando con più di un diabetologo questi valori, anche senza emoglobina glicata,di un parente che da due anni ha cominciato a manifestare complicanze come le famose neuropatie agli arti inferiori e altre di cui si lamenta, è stato avvalorato che un diabete mai compensato ha mediamente 10 anni di danni asintomatici e che essendo questi del sistema nervoso oltre che vascolare, le dolenze aggiuntive di cui si lamenta possono certamente essere sintomatiche anche di nevralgie e parestesie non solo ai piedi,compromettendo il funzionamento dei muscoli associati ai nervi danneggiati come lui riferisce anche per movimenti non più naturali se non difficoltosi.,Vorrei la sua opinione in merito anche se questa problematica coinvolge pure il neurologo(al quale porrò la stessa domanda).. 2)Leggevo che un valore maggiore di 200 in qualsiasi momento della giornata è sufficiente per la diagnosi di diabete.E' vero?

Risposta di:
Dr. Guido Gori
Specialista in Geriatria e Psichiatria
Risposta

Se posso dare un consiglio mi rivolgerei subito ad un centro ospedaliero o privato esperto nella diagnosi e cura del diabete.

Questo suo parente ha una familiarità diabetica? Se non ce l'ha il motivo per cui è insorta questa iperglicemia va indagata con opportuni accertamenti. In ogni caso si tratta di una forma diabetica che va capita e trattata, per ridurre le complicanze dovute all'alterato metabolismo dei glicidi( neuropatie) e per scongiurare altre possibili complicanza correlate al disturbo in atto( apparato circolatorio, funzione visiva, funzionalità renale.....)

TAG: Adulti | Diabete | Endocrinologia e malattie del ricambio | Esami | Giovani | Malattie neurologiche | Neurologia | Sistema nervoso
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!