Gentili dottori, sono una ragazza di 29 anni, dal 2006 soffro di malesseri che da alcuni mesi stanno diventando più invadenti. La cefalea localizzata su occhi, sopracciglia, zigomi e radice del naso è unico di questi. Dura da ore a diversi giorni, se forte è associata ad inappetenza e lieve nausea. A volte migliora mangiando, noto che mi colpisce... Leggi di più quando sto al PC, durante il periodo mestruale e in situazioni di stress. I malesseri più intensi sono invece delle improvvise sensazioni di svenimento e nausea, con abbassamento della vista, tachicardia. Sento il bisogno di toccarmi il collo ed inclinare la testa, peggiorò se sto in piedi. Quasi sempre avvengono durante il giorno della defecazione, prima, durante e poi, con una durata della crisi che varia da qualche minuto a qualche ora. Mi dicono che anche il mio sguardo cambia e il colore della pelle varia da uno spiccato tossine agli zigomi ed al naso, a un pallore. Ho molto caldo.al termine sono molto stanca e con mal di testa. Altre crisi leggermente simili avvengono con attività fisica e quando rido molto, ma in questi ultimi due cadi durano meno, appena non ho più il fiatone. A volte capita che senta come il bisogno di vomitare, all'improvviso e senza nausea, assieme ad una strana sensazione, ma il tutto dura solo qualche secondo. Dal 2006 ho fatto diversi esami, risonanze magnetiche, eeg, risulta che ho un'abbondante attività theta e onde punta, sharp waves facilitate con la SLI. Restano comunque dei dubbi perché i medici dicono che i sintomi che ho non dovrebbero essere collegati col tracciato dell'eeg, si aspetterebbero cadute e convulsioni. Dalla visita endocrinologia invece è risultata una tiroidite di hashimoto.