Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

28-06-2006

Controlli e prevenzione

Buongiorno, ho 33 anni, mio padre è stato operato per aneurisma addominale a 58 anni, so che la familiarità per aneurisma costituisce un fattore di rischio non trascurabile, inoltre ogni tanto ho valori pressori borderline (140/90), ciononostante il mio medico ritiene precoce sottopormi a un controllo all'aorta, e dice che a 50 anni, se sarò iperteso da almeno 10 anni (perché la mia non è ancora vera ipertensione secondo lui) ci saranno le condizioni per un controllo. Mi fido abbastanza del mio medico, non ha mai sbagliato fino ad ora, il punto è che non mi fido delle mie arterie, inoltre l'aneurisma è asintomatico e non si può escludere con certezza che io ce l'abbia già. Volevo sapere se sia possibile, dal punto di vista burocratico, "scavalcare" il mio medico e farmi prescrivere un controllo da qualcun altro; potrei cambiare medico di famiglia ma non voglio arrivare a tanto per un singolo episodio di contrasto, come posso fare? Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
In realtà l’atteggiamento del suo medico è del tutto condivisibile, dal momento che le sue condizioni generali non rendono indicata l’esecuzione di accertamenti relativi alla presenza di aneurisma dell’aorta addominale. E’ invece molto più importante essere più aggressivi nel controllo della pressione arteriosa che effettivamente non è ottimale, instaurando norme igienico-dietetiche quali dieta iposodica ed ipocalorica, unita a regolare attività fisica. Se poi il dubbio relativo all’aorta la tormenta può rivolgersi direttamente a qualsiasi ecografista addominale ed eseguire direttamente l’indagine.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!