Leggi anche:
L'ipertensione arteriosa è un disturbo della pressione del sangue: una condizione molto diffusa che può essere controllata con stili di vita equilibrati.
15-02-2006

Da quando avevo venti anni mi e' stata

DA QUANDO AVEVO VENTI ANNI MI E' STATA DIAGNOSTICATA L'IPERTENSIONE, DA QUELL'ETA' MI HANNO PRESCRITTO UN BETABLOCCANTE SELES BETA, IL MIO MEDICO DI FAMIGLIA ME LO VUOLE SOSTITUIRE CON LERCANIDIPINA CLORIDRATO PERCHE' A VOLTE HO IL FIATO CORTO PERO' IO NON SONO D'ACCORDO PERCHE' ORMAI E' TANTISSIMO TEMPO CHE LO PRENDO ED HO PAURA HA CAMBIARE ANCHE PERCHE' ME LO VUOLE SOSPENDERE COSI' DA UN GIORNO ALL'ALTRO. COSA MI CONSIGLIA DI FARE, E A QUALI CONSEGUENZE VADO INCONTRO? GRAZIE.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
La terapia per l’ipertensione si avvale di moltissimi farmaci tutti efficaci nel ridurre i valori di pressione. I farmaci vanno scelti in base alle caratteristiche dei pazienti da trattare e quindi il medico di riferimento è la persona più indicata a scegliere il farmaco adatto. Il cambiamento di un farmaco antiipertensivo di per se non comporta nessun rischio particolare. La risposta al nuovo farmaco va testata con misurazioni della pressione ogni 2-3 giorni per valutarne l’efficacia.