21-07-2006

Danni oculari

da circa un anno e mezzo soffro di valori pressori elevati, attribuiti ai miei stati ansiosi. Preciso che ho mia madre ipertesa dalla mia stessa eta' e circa 10 anni fa ha avuto una ischemia, cioe' a 64 anni, ora sta abbastanza bene. ho fatto tutte le visite possibili compresa la prova da sforzo, tiroide, analisi ematologiche, tutto ok. Il cardiologo mi ha prescritto mezza compressa la mattina e mezza la sera di atenol e controllo spesso la pressione e si mantiene sempre nei valori normali cioe' 110-70/120/80 ecc. Circa due volte mi è capitato di avere un fastidio all'occhio, cioe' per qualche minuto di vedere come una nebbia o precisamente come quando si gurda una luce che da fastidio, non la so descrivere bene, però passa subito, la seconda volta ho misurato la pressione e avevo la massima a 120 e la minima a 85-90 non ho sentito bene l'ultimo battito che e' riferito alla pressione minima, mi sono subito agitata e i valori si sono impennati. Quando mi sono calmata tutto e' tornato alla normalita' lasciandomi un leggero mal di testa. Mi sa dire a cosa e' dovuto questo fastidio agli occhi, puo' dipendere dalla pressione arteriosa, perche' preciso che la minima non l'ho ascolatata bene quindi non saprei dire se era alta a 90 o meno. ho gia' chiesto una visita oculistica.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Non mi sembra probabile che una ipertensione lieve, ben controllata dalla terapia, in una persona giovane, possa aver causato danni oculari. Attenda quindi con fiducia la visita oculistica.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!