Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

05-03-2013

depressione e autocura

Salve, il mio fidanzato accusa i sintomi della distimia da molti anni e purtroppo si è convinto che sia solo una conseguenza del suo carattere. In realtà tutti i suoi amici e parenti sono convinti che sia distimico e io vorrei aiutarlo a superare questa forma di depressione. Tende ad isolarsi, perde la voglia di fare le cose, trova tutti i difetti del mondo su se stesso, non riesce a prendere decisioni nell'immediato e soprattutto ha perso completamente autostima. Purtroppo non riusciamo in alcun modo a parlare con persone esperte e del settore, si rifiuta e mi ha chiesto di aiutarlo personalmente perchè non vuole parlare di questa sua condizione con altri. Vorrei chiedervi come posso aiutarlo psicologicamente a stare meglio, come poterlo fare io in prima persona e tranquillamente a casa nostra visto che è l'unico modo possibile. Vi ringrazio.
Risposta di:
Dr. Vittorio Tripeni
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Risposta
Il termine "distimia", in passato (e credo anche attualmente) è stato usato per banalizzare un vero e proprio disturbo del tono dell'umore. Condizione clinica che se non ben curata porta alla cronicizzazione nei termini di una vera e propria depressione. E' chiaro che non è così semplice curarsi da soli in quanto viene a mancare innanzitutto l'inquadramento clinico a partire dalla raccolta della storia personale, degli stili di vita, della storia clinica, ecc. Suggerisco pertanto di consultare un professionista esperto, possibilmente psicoterapeuta con esperienza clinica adeguata. La psicoterapia in questi casi offre maggiori opportunità rispetto alla farmacoterapia.
TAG: Psicologia | Salute mentale | Terapie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!