24-02-2017

Diagnosi di orticaria allergica

Salve ho 31 anni e da circa un mese ho contratto un'orticaria che non mi passa con nulla. Inizialmente il prurito era circoscritto alla zona delle mani, inizialmente non ci ho fatto caso, ma quando ho notato delle macchie sui polsi mi sono preoccupata, ed essendo un sabato mi sono recata alla guardia medica, lì mi hanno diagnosticato la tigna, mi hanno quindi prescritto una crema antimicotica.
Inizialmente ha sembrato funzionare perché le macchie anno iniziato a sparire nel giro di qualche ora, ma la mattina sujavascript: void(0); successivamente erano ricomparse.

Dopo una settimana visto che lo sfogo continauava ad andare e venire, sono andata del mio medico curante che, pur essendo un po' scettico sulla diagnosi fattami dalla guardia medica, mi ha comunque prescritto una antimicotico per bocca. Anche in questo caso lo sfogo non pasava, mi compariva la mattina o comunque durante la notte, per sparire o comunque attenuarsi notevolemte durante il giorno per poi rivenire fuori l'indomanimattina. A questo punto mi sono fatta prescrivere una visita dermatologica, ma qualche giorno dopo mi sono svegliata la mattina completamente ricoperta di chiazze anche in viso, mi sono spaventata e sono andata al pronto soccorso, dove mi hanno diagnosticato una sospetta pitiriasi rosea, mi hanno dato un appuntamento per il giorno successivo dal dermatologo, il quale mi ha dignosticato questa volta un'orticaria allergica, ma non si sa bene a cosa. Mi ha prescritto cortisone da 25 mg per 4 giorni poi 1/2 compressa per il successivi 4 e poi ancora 1/4 per gli altri 4, antistaminico per 20 giorni e una dieta ipoallergenica.

Appena assunto il cortisone sembrava essere passato ma dopo nemmeno 24 ore lo sfogo è riuscito fuori. Di solito mi compare durante la notte, di solito verso le 2 o 3 del mattino, per poi scomparire più o meno velocemente durante l'arco della giornata, per poi ricomparire in altri punti del corpo il giorno successivo. Mi colpisce indistinatamente mani, torace viso, collo, gambe. Sto continuando la cura datami dal dermatologo anche se ho chiesto un altro consulto, ma sono davvero preoccupata, non vorrei che questo sfogo fosse sintomo di una malattia piu grave, al momento ho fatto richiesta di fare le analisi del sangue e le farò entro i prossimi 3 /4 giorni.

Risposta di:
Dr.ssa Sonia Maria Devillanova Dottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Tricologia
Risposta

Chiamarla orticaria allergica mi sembra azzardato visto che le forme allergiche rappresentano una minima percentuale. Risolvere un'orticaria non è facile e 20 giorni di antistaminico sono troppo pochi. Probabilmente anche il cortisone le è stato scalato troppo velocemente. Non so quali esami le siano stati prescritti. Le consiglio di tornare dal collega per una cura più incisiva e di maggior durata. Cordiali saluti Dott.ssa Sonia Devillanova

TAG: Allergie | Dermatologia e venereologia | Pelle