12-09-2016

Diarrea continua: malassorbimento o colite?

Salve dottore, sono Cinzia 30 anni 48kg di peso 168h. Ci siamo sentiti alcuni giorni fa in relazione al dubbio di far o meno la colon che tanto assilla il mio gastroenterologo in relazione alla diarrea avuta per mesi e alla perdita consistente di peso. Lei mi ha dato l'alternativa della colon virtuale. Le scrivo per dare qualche informazione in più arrivata oggi, se può aiutare ad andare verso una direzione piuttosto che un'altra.
Esami feci: no batteri, no parassiti, no muco (ma perché io invece lo vedo molto bene ad occhio nudo? Sul giallo scuro. Trattasi di altro?) Tutto il resto come grassi ecc della coprocultura c'è scritto NEI LIMITI. Che cosa vuol dire? Inoltre ph ACIDO. Feci formate color marrone. Calprotectina poco sopra il negativo. (42 invece di 40).
Ora mi domando se può ancora trattarsi di colite microscopica come pensava il mio medico un mese fa oppure se trattasi di altro. Si può escludere qualcosa? Ci sono esami che posso fare per chiarire e iniziare una terapia? Il duspatal nel frattempo mi ha tolto la diarrea. Ora rimangono feci lucide con muco (che non risulta negli esami). Possono aiutare questi risultati ad indirizzare le indagini verso qualcosa di più preciso? Grazie mille per la disponibilità.
Risposta di:
Dr. Luano FattoriniDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'Apparato Digerente e Endoscopia Digestiva
Risposta
Se c'è il sospetto di colite microscopica è necessaria una colonscopia normale, perché con quella virtuale non si possono eseguire biopsie e fare quindi l'esame istologico, operazioni indispensabili per la diagnosi di colite microscopica. Cari saluti
 
TAG: Colonproctologia | Gastroenterologia | Intestino
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!