07-07-2017

Difficoltà a scoprire il glande

Salve, sono un ragazzo di quasi 15 anni, ad ottobre per esattezza ne compio 15. Sono qui oggi per parlare di un problema che sto riscontrando in una parte del mio corpo, precisamente al pene, problema che in realtà ho avuto sin da piccolo, solo che siccome questo problema l'ho iniziato a riscontrare da quando avevo 6/7 anni, periodo nel quale io come qualsiasi bambino non va a preoccuparsi di questi tipi di problemi; e quindi è sempre stato trascurato, però adesso che ho quasi 15 anni mi sto seriamente iniziando a preoccupare.
Questo problema riguarda la scopertura del glande; adesso ovviamente ne parlerò in maniera non molto tecnica dato che non sono della materia.

Fin da piccolo da quando andavo a fare le visite generali dal pediatra, il medico riscontrava sempre un problema, ovvero faceva fatica a scoprirmi il glande a volte facendomi davvero molto male, allora consigliava sempre ai miei di farmi provare a tirare all'indietro il prepuzio magari durante la doccia, cosa che non riuscivo mai a fare, forse ci sarò riuscito solo un paio di volte (e dopo esserci riuscito avevo un forte dolore durante la minzione al glande per un paio di giorni). Dato che però avevo molto male nello scoprire il glande e quindi non riuscivo nemmeno a scoprirlo persi l'abitudine di scoprire il glande, (all'epoca me ne fregavo perché avevo dolore, ma oggi capisco che indispensabile tirare giù il prepuzio soprattutto per l'igiene che non riesco a trovare a pieno perché soffro di questo problema, ma ho paura anche che un domani possa trovare difficoltà e dolore nei rapporti sessuali).

Oggi ho ancora questo problema e non ho ancora trovato una soluzione a questo, d'altronde non ho nemmeno il coraggio di parlarne con i miei genitori perché non ho la confidenza di parlare di queste cose con loro; ho provato a cercare qualche informazione a riguardo di questo problema, ma mai riuscendo ad arrivare fino in fondo alla mia situazione e quindi sono sempre rimasto ancora col dubbio. Ho cercato di capire un po' meglio la mia situazione ho letto che forse si tratta di fimosi che può essere serrata o non serrata oppure che questo problema può essere legato alla curvatura del pene, problema che ho anch'io e ne soffro e sono preoccupato non tanto per la curvatura ma per un domani che avrò rapporti sessuali, però dicevano anche questo problema sarebbe passato con le settimane ma io ho il pene curvo da un po' di anni e non ho mai visto miglioramenti. Sono molto preoccupato per questi due problemi, aiutatemi a risolverli: cosa posso fare? Come ho detto prima ho la difficoltà di parlarne con i miei e quindi non posso neanche parlarne con loro, vorrei tanto fare delle visite, magari da un andrologo ma per farle dovrei parlarne con loro cosa che mi vergogno tanto.

Risposta

Gent.mo utente, dal tuo racconto sembrerebbe trattarsi di una fimosi associata ad un incurvamento penieno, quindi serve la visita specialistica per confermarlo e quindi un intervento chirurgico di circoncisione eventualmente associato ad intervento di raddrizzamento, è indispensabile parlarne con i tuoi genitori. Cordialmente

TAG: Andrologia | Organi Sessuali | Salute maschile | Urologia