Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

29-11-2013

Dilatazione dell'arco aortico

Buongiorno, ho 57 anni, sono un paziente affetto da cardiopatia ipertensiva con dilatazione aneurismatica dell'aorta ascendente con estesa apposizione parietale trombotica eccentrica. Ho subito un intervento, in condizioni di urgenza, di sostituzione dell' aorta ascendente ed emiarco con tubo protesico lo scorso novembre. Al controllo annuale e' stata riscontrata la crescita di un plus in corrispondenza della porzione anteriore dell'arco aortico di 1 cm, aumento di 7 mm in 10 mesi. Alcuni consulti medici effettuati indicano intervento chirurgico per sostituzione arco aortico perché paziente a rischio, altri inducono a ripetere angiotac con maggiore frequenza e a tenere sotto controllo il problema e per i rischi postumi all'operazione. Lei cosa ci consiglia? Qual è il miglior centro italiano per tale patologia?
Risposta

Gentile Signore, non è infrequente che dopo un intervento l'aorta residua possa continuare a dilatarsi. Normalmente viene considerata a rischio di rottura un'aorta che supera i 6 cm di diametro, o che aumenta il proprio diametro oltre i 5 mm in un anno. Le misurazioni che ho riportato devono essere molto accurate, e non sempre ciò accade. La invito pertanto a parlarne con il Cardiochirurgo di sua fiducia. Riguardo ai migliori Centri, si tratta di una valutazione a volte personale, che ritengo inappropriato riferire, se non tramite un contatto diretto anche telefonico. La saluto cordialmente. Prof. Carlo Antona

TAG: Cardiochirurgia | Chirurgia | Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!