16-03-2018

Dolori molto forti al basso addome, intestino

Buonasera a tutti.

Sono a scrivere qui per avere la Vostra opinione in merito a un problema che mi perseguita da ormai due anni. Quasi ogni giorno mi sveglio con lievi dolori al basso addome che dopo un ora scompaiono. Invece il fatto più rilevante è che questi dolori diventano fortissimi anche tre-quattro volte a settimana (capitano settimane in cui il dolore è 5 giorni su 7 e altre in cui i dolori sono più lievi), questi dolori sono davvero insopportabili e debilitanti. Per questo motivo l'estate passata, durante un episodio di dolori forti, mi sono recato in PS dove mi hanno fatto un ECO addome (tutto nella norma) e mi hanno prescritto esami del sangue e urine (TTG, SOF, calprotectina, emocromo, VES, e bilancio marziale) tutti nella norma.

Per contrastare i dolori ho provato ad assumere Buscopan e Lexil che però non mi hanno dato alcun sollievo, in PS mi hanno fatto una flebo di Rilaten, anche lì senza sollievo. Ho notato che questi dolori spesso sorgono dopo aver mangiato (ma a volte anche prima o addirittura ore dopo) e che migliorano per qualche istante a seguito di scariche liquide, per poi tornare forti (durano anche per 5-6 ore). Ho fatto una visita gastroenterologica (febbraio) la cui conclusione è stata: coliche addominali in stipsi.

La terapia è stata: Pediapax e Entero4 per 4 mesi, e controllo fra 6 mesi. I dolori però persistono e non so più cosa fare, gli antidolorifici appena scritti non mi danno sollievo e queste condizioni mi impediscono anche di studiare e fare ciò che ho in programma. Vi chiedo cortesemente la Vostra opinione e i Vostri consigli. A disposizione. GRAZIE MILLE

Risposta di:
Dr. Luano FattoriniDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'Apparato Digerente e Endoscopia Digestiva
Risposta

La mia opinione è che occorre fare diagnosi, capire la causa. A tal fine servono visite ed indagini. Per esempio una colonscopia o un rx clisma opaco a dc, altri esami di laboratorio, esame feci con coprocultura e una nuova ecografia addome completo, ma non in regime di urgenza come generalmente si fa in un pronto soccorso

. É bene farsi seguire dal proprio medico, proprio per giungere ad una diagnosi , in vista di una adeguata terapia.

Cari saluti e auguri.

TAG: Adulti | Anziani | Apparato Digerente | Chirurgia dell'apparato digerente | Esami | Gastroenterologia | Giovani | Radiodiagnostica