Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-11-2013

? ? ?

Da un 1° consulto del 24.09.2013 dopo l'asportazione di un neo sospetto ricevo il seguente referto: melanoma a diffusione superficiale con nodulo, IV livello di Clark, spess mass sec. Breslow mmm 2,1 Qt mitotica>di 1 mitosi/mmmq. Visto che l'istopatologo chiama per dire che avendo delle incertezze ha aggravato un po la situazione,richiedo un 2°consulto in un centro con reparto d'eccellenza melanomi con seguente referto : Derma ed epidermide sede di proliferazione melanocitaria a limiti sfumati, con crescita di tipo lentigoide,con coinvolgimento degli annessi cutanei ed con estensione nel derma profondo fino al limite conl'ipoderma. In assenza di franca attività mitotica dermica e di diffusi aspetti di aggressione dell'epidermide e in presenza di maturazione cellulare della componente dermica profonda, il reperto è compatibile con nevo composto di tipo acrale. Immunoreattività per proteina S-100, Ki-67 e HMB-45 coerente con la diagnosi. Avendo 2 diagnosi totalmente opposte come devo comportarmi?è possibile che analizzando lo stesso pezzo ci siano pareri così discordanti? E' possibile che anche se si tratta dello stesso pezzo il 1° anatopatologo abbia esaminato sezioni con cellule maligne ed il 2°anatopatologo abbia esaminato 5 sezioni in cui c'erano solo cellule benigne? .Grazie per la risposta
Risposta di:
Dr. Piero Gaglia
Specialista in Chirurgia generale e Oncologia
Risposta

 E' possibile avere referti istologici differenti. Un esame risente spesso della soggettivita' dell'esaminatore.

Che cosa consigliarLe?  Difficile, ma se il secondo parere viene da un vero centro con notevole esperienza nei melanomi si fidi di questo e speri nel futuro.

dott. Piero Gaglia

TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!