Salve, sono un ragazzo di 22 anni ed ho intrapreso un percorso psicologico che mi sta portando a superare un orribile periodo della mia vita caratterizzato da ipocondria e terribile paura di morire in giovane età. Su consiglio della mia psichiatra e data la mia ignoranza in campo medico, sottopongo a voi esperti 4 domande che spero possano ridarmi la tranquillità di cui godevo una volta:Le analisi del sangue ordinarie sono uno strumento efficace per scoprire e "prevenire" i tumori? Se no, quale tipo di controllo periodo può aiutare a scongiurare la loro presenza?Quali sono dei metodi efficaci per vivere una vita sana e prevenire lo sviluppo di tumori?In termini di probabilità, quanto questo tipo di malattie colpiscono le persone (soprattutto quelle della mia età) e da cosa dipende prevalentemente il loro verificarsi (cattivo stile di vita, pochi controlli medici, genetica, cattive abitudini...)?Ad oggi, quante persone sopravvivono a questo tipo di malattie e quanto siamo effettivamente vicini alla scoperta della cura definitiva dei tumori?Ringrazio in anticipo chiunque si prenda la briga di rispondermi. Sappia che le sue risposte probabilmente mi aiuteranno a ritrovare la serenità che dovrebbe caratterizzare ogni giovane.