13-03-2008

Dopo un fastidioso dolore toracico , al p.s. mi

Dopo un fastidioso dolore toracico , al p.s. mi hanno trovato la pressione 115/180, l'ecocardio ha evidenziato " esame sostanzialmente nei liniti dadice aorstica ai limiti superiori ( 3,8 - 4,0 cm ), trattamento farmacologico consigliato "Lobivon mezza al di", mi è stato consigliato di fare attività sportiva, per cui, dopo due anni e mezzo che avevo quasi abbandonato la bici da corsa, causa impegni di lavoro, ho ripreso a pedalare. Sto pedalando da circa 40 giorni, per tre volte la settimana percorrendo circa 50/60 km a uscita, nelle salite cerco di non superere la frequenza cardiaca di 155 battiti, la pressione a riposo si mantiene 85-90/130-140. domanda: le uscite in bicicletta con punte di frequenza cardiaca di 155/160 possono ulteriolmente danneggiare l'Ectasia lieve del bulbo aortico. GRAZIE.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Più che la frequenza cardiaca elevata, porrei l’attenzione sui valori di pressione che sotto sforzo (in salita) può raggiungere il suo sistema cardiovascolare. Direi che la bicicletta va benissimo per svolgere attività fisica, ma lo sforzo strenuo della salita non tanto, soprattutto per quell’ectasia aortica che giustamente le hanno consigliato di tenere d’occhio con ecocardiogrammi periodici. Si ricordi che sforzi strenui al pari degli sforzi cosiddetti isometrici (tipo sollevamento di un peso) non sono considerati in genere vantaggiosi per il cuore, mentre una attività fisica ad impegno sino a moderato è quello che viene consigliato: si diverta in bici sul lungomare e nei percorsi in piano, ma non si cimenti su percorsi impervi e salite impegnative; nel tempo la sua aorta se ne avvantaggerà.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!