04-12-2017

Dosaggio e cambiamento di un antidepressivo

Salve dottori sono un ragazzo di 30 anni,da circa 3 mesi soffro di ansia e attacco di panico , il mio psichiatra all 'inizio della cura ho cominciato con venlafaxina 75 mg. dopo quasi un mese a cambiato portando la dose a 150mg.
Ultimamente ho avuto qualche problema tipo bruciore alle gambe e forti giramenti di testa. Ho fatto appuntamento per spiegargli questi sintomi, e abbiamo deciso di cambiarlo con escitalopram,pero prima di cambiare definitamente abbiamo ridotto la venlafaxina dinuovo a 75mg.da quando sto assumendo 75 mg ho sempre nausea e vomito e sta aumentano l 'ansia. Volevo sapere se tutto questo può provenire del cambiamento del dosaggio.e se posso aiutarmi con qualche ansiliotico. Grazie per l'attenzione

Risposta di:
Dr. Gianpiero Molucchi
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Risposta

Verifichi con il suo psichiatra l'opportunità di aggiungere per una ventina di giorni una benzodiazepina. Tenga presente che lo switch in atto è congruo. Mi pare curioso che presenti ora soltanto sintomi imputabili a sindrome serotoninergica. Abbia fede e tutto andrà per il meglio. In bocca al lupo. Un caro saluto

TAG: Farmacologia | Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale