05-03-2018

Dubbio conseguenze tosse

Salve.

Spero possiate aiutarmi a chiarire una mia paura.

Ho 20 anni. Premetto che sono ipocondriaco. Circa un mese fa ho avuto una normale influenza ma a causa della mia ansia pensavo di avere una patologia ai polmoni di conseguenza mi sforzavo di tossire più del normale anche quando non avevo lo stimolo come se volessi cacciare catarro che non c era. Ciò e durato circa 20 giorni. Qualche giorno fa dopo essere andato a correre o avuto una strana sensazione ai polmoni, non durante la corsa ma dopo.

Come se avessi i bronchi infiammati. Ho poi letto su internet che una forte tosse può causare problemi anche gravi come pneumotorace, enfisema interstiziale, rottura alveolare. E possibile che a seguito del mio insistere a tossire volontariamente io abbia causato qualche trauma?

Grazie

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta

Innanzitutto deve curare l'ipocondria rivolgendosi ad un bravo psichiatra.

Poi smetta di porre quesiti su internet, che la danneggiano e basta (vista l'ipocondria). Le domande le ponga al suo medico curante, il quale la visiterà e, nel caso lo ritenesse, le farà fare ulteriori accertamenti.

Cordiali saluti.

TAG: Giovani | Malattie psichiatriche | Otorinolaringoiatria | Psichiatria | Psicologia | Psicosomatica | Salute mentale | Terapie