25-09-2012

è forse ora di prendere farmaci ?

Gentile Dottore,Cerchero’ di essere il piu’ conciso possibile.Lavoro estremamente stressante e in continuo cambiamento,precarieta’ dello stesso e identica situazione per quanto riguarda mia moglie.necessita’ di fare un mutuo con tutte le incognite conseguenti, voglia di avere un figlio ma paura di non avere tempo a sufficienza da dedicargli.Sono estremamente razionale nel giudicarmi, ma nonostante tutto soffro di ansia e forse conseguente lieve depressione che materialmente influisce sulle mie capacita’.Non prendo farmaci.e’ forse ora di prenderli in considerazione?Sentitamente ringrazio.Cordiali saluti
Risposta di:
Dr. Vittorio Tripeni
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Risposta
Cortese utente, credo che l'eventuale utilizzo di farmaci specifici (che auspico siano prescritti dal medico) potrebbe alleviare momentaneamente la sua sofferenza. Certamente non risolverà il problema che, da quanto asserisce, riguarda le complicazioni (eventualmente da individuare meglio) che derivano dall'attività di lavoro e, contemporaneamente, dalla inadeguata "conciliazione" tra i tempi di lavoro e quelli della famiglia. A questo punto, occorrerebbe innanzitutto trovare il tempo necessario per fermarsi e fare il punto della situazione, magari chiedendo aiuto ad uno psicologo esperto che analizzi insieme a lei l'attuale situazione esistenziale, compresa quella lavorativa, e apra delle prospettive su ulteriori ipotesi di vita e di successo.
TAG: Psicologia | Salute mentale | Terapie