Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

28-02-2018

Ecografia addome completo

Gentili dottori vorrei sapere come sono i risultati di una ecografia addome completo che ho effettuato: - Fegato modicamente aumentato di volume, con ecostruttura finemente disomogenea e con presenza nel lobo dx di due immagini iperecogena di 27x25 mm e l'altra di 21x20 mm, da riferire verosimilmente ad angiomi. - Colecisti normoconformata, alitiasica. - Non ectasie delle vie biliari e dell'asse spleno portale. - Aorta addominale, visualizzata parzialmente, di calibro normale con decorso regolare e normale rappresentazione parietale, nel tratto esplorato. -Pancreas,visualizzato parzialmente, di dimensione nei limiti,esente da alterazioni strutturali ecograficamente apprezzabili,nel tratto esplorato. - Milza di dimensioni nei limiti con ecostruttura omogenea. -Reni di dimensioni nei limiti,con buona rappresentazione parenchimale e normale distribuzione degli echi pielici. Non dilatazione delle cavità calico pieliche; non chiare immagini da riferire a calcoli, bilateralmente. -Vescica iperdistesa, tuttavia non presenta alterazioni parietali o patologia intrinseca di evidenza ecografica. -Utero antiverso, di dimensioni nei limiti, senza alterazioni dell'ecostruttura. Echi endometriali di spessore pari a 5 mm. Nei limiti le dimensioni e l'aspetto ecografico di entrambe le ovaie; a carico dell'ovaio dx, si rileva immagine anecogena di circa 14 mm di diametro massimo, di dubbia interpretazione (follicolo in via di maturazione? Cisti?). Non raccolte nello scavo del Douglas. Non patologia occupante spazio nelle sedi utero-annessiali.

Alla luce di quanto riportato nella diagnosi ecografica mi preme sapere: 1) Quale è lo stato di salute degli organi analizzati? 2)Il fegato e i suoi angiomi che risultano aumentati dall'ultima ecografia di 5 anni fa (15 mm e 19 mm) possono destare preoccupazione? 3) Per quanto riguarda l'ovaio e l'immagine anecogena di circa 14 mm può essere dovuta al fatto che sono 6 mesi che ho partorito ed ancora non ho il ciclo? Chiedo se possibile e con tutti i limiti di un consulto a distanza un vostro parere . Grazie

Risposta di:
Dr. Luano FattoriniDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'Apparato Digerente e Endoscopia Digestiva
Risposta

1- lo stato degli organi é pressoché nella norma; 2- il fegato un po' aumentato e disomogeneo va confrontato con storia e situazione clinica, con gli esami del sangue e ricontrollato periodicamente; gli angiomi non destano preoccupazione ma vanno monitorati 2-.le ovaie possono risentire del ciclo e della situazione ormonale.

TAG: Addome | Epatologia | Esami | Fegato | Gastroenterologia | Radiodiagnostica
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!