16-02-2006

Egr. dottore, a mio padre poco meno di un mese fa

Egr. dottore, a mio padre poco meno di un mese fa è stata asportata la Colecisti per sospetta calcolosi, ma gli è stato riscontrato un adenocarcinoma. Assieme alla colecisti gli è sta asportata una resezione cuneiforme del letto epatico e anch'esso è risultato infiltrato. Dopo tre settimane ha fatto dei marker tumorali e alcuni di loro sono risultati alterati (ca 19-9 a 99 e il CEA a 15, l'afP è normale a 1,8). Possono essere un Sintomo dell'avanzamento del tumore o sono una conseguenza dell'operazione? Inoltre da tre mesi a questa parte mio padre ha sempre una febbre che si rivela nelle ore pomeridiane (circa 37,5-38); è da aggiungere che gli è stata riscontrata anche una leggera pericardite. La febbre può essere associata alla Pericardite o è un sintomo del tumore?
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
I markers tumorali cui fa cenno sono estremamente aspecifici e potrebbero essere alterati per lo stato infiammatorio in atto e non avere il significato di peggioramento del tumore. Per quanto riguarda la sintomatologia febbrile, non ci sono elementi, purtroppo, per distinguerne la causa, se derivante dal tumore o dalla pericardite, in quanto entrambe le condizioni possono determinarla.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!