07-08-2012

Egr. dr.con la presente richiedo cortesemente un

Egr. Dr.con la presente richiedo cortesemente un parere.Ho 31 anni, sono un appassionato podista che si allena di buon passo 4 volte a settimana (per circa 65-70 km a settimana).Come ogni anno andrò, a breve, a fare un controllo degli esami del sangue. Mi piacerebbe conoscere:1 - quanti giorni di riposo devo rispettare prima di fare le analisi del sangue.2 - ci sono esami del sangue specifici per un corridore assiduo come me?3 - come devono essere letti i valori di tali esami, dal momento che correndo il corpo reagisce e funziona diversamente da una persona sedenteria? (considerando che, nel mio caso, per ogni allenamento corro dai 15 ai 20 km).Grazie per la cortese risposta.Buon lavoroGiacomo
Dr. Gina Risetti
Risposta di:
Dr. Gina Risetti
Specialista in Chirurgia pediatrica
Risposta
Salve e' consigliabile non eseguire le analisi il giorno dopo un impegno fisico impegnativo perché molti valori potrebbero essere falsati. Consiglio di eseguire emocromo completo, colesterolo, trigliceridi, transaminasi, creatinina,azotemia, VES. Per quanto riguarda la lettura delle analisi del sangue compete al vostro medico. Saluti
TAG: Biochimica clinica | Esami | Medicina generale | Patologia clinica