Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

07-09-2006

Egregio dottore, mi chiamo fiorella e le scrivo da

Egregio dottore, mi chiamo Fiorella e Le scrivo da Bari. a Mia madre, affetta da circa 30 anni da epatite C, nell'ultimo controllo medico eseguito (28 giugno'06) è stato riscontrato un nodulo al fegato che poi a seguito di TAc e biopsia epatica è risultato essere un epatocarcinoma ben differenziato di aspetto trabecolare di 12 mm. Adesso lei è in cura presso medicina interna del Policlinico di Bari e precisamente con il Prof. Palasciano ed il prof. Palmieri che quando hanno visto i risultati hanno pensato che la soluzione migliore è un trattamento di termoablazione che farebbe personalmente il prof. Palmieri. A questo punto io non so cosa fare... Nel senso che non so se affidarla al prof. Palmieri o andare invece dal dott. Gadaleta dell'istituto oncologico di Bari che sembra avere molta più esperienza. Sono anche stata dal Prof. Alfredo Alberti a Padova che mi ha consigliato di fare la termoablazione a Bari. Ho cercato di prendere un appuntamento con il prof. Massimo Colombo di Milano ma mi è stato fissato per il 13 c.m., non so a chi rivolgermi.Vorrei il meglio per mia madre. Sono angosciata e sconfortata. Avrei bisogno di qualcuno che mi indichi la via giusta. Mi aiuterebbe? Fiorella.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La patologia che è stata riscontrata a sua madre, sebbene estremamente seria, è di non raro riscontro e viene frequentemente gestita da un reparto di gastroenterologia o di epatologia. Pertanto riteniamo che il Centro ove si è rivolta sia del tutto capace a trattare sua madre con una tecnica ormai ben nota ed acquisita da tempo (la termoablazione).
TAG: Chirurgia | Chirurgia generale | Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna | Trapianti
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!