Salve, vorrei raccontare come è andata l'estrazione del dente del giudizio superiore, coperto parzialmente dalla gengiva, eseguita da un 'dentista' senza aver fatto nemmeno la panoramica. L'intervento è durato più di un'ora. Dopo 30 minuti non riuscivo più a sopportare il dolore ed il fastidio e avevo chiesto di smettere oppure di lasciarmi andare via perché il modo in cui cercava di estrarre il dente causava dolore davvero insopportabile ai denti inferiori e verso la guancia. Avevo anche iniziato a piangere perché avevo paura dopo essermi accorta della poca professionalità del dentista. L'assistente aveva chiesto di farmi un'altra anestesia che è stata eseguita anche se il dentista aveva aggiunto: ''Eh si ma costa''.Passati altri minuti avevo chiesto di parlare e informare tale dentista che due anni fa avevo fatto una panoramica e ricordavo di aver notato la posizione orizzontale del dente del giudizio (ancora coperto completamente dalla gengiva), sperando di poterlo aiutare in qualche modo. Avrei anche voluto chiedere di fare un taglio nella gengiva per facilitare l'estrazione ma non ero io a decidere e non so se avrebbe aiutato. Sicuramente averlo informato della posizione l'avrà aiutato perché dopo pochi minuto era riuscito a estrarre il dente. Vorrei chiedere il vostro parere per questo problema e sapere se è normale il comportamento di tale 'dentista', se dovrei forse denunciarlo e se ho i motivi sufficienti per farlo. La cosa più brutta è stata continuare a tenermi seduta contro la mia volontà. Sarei andata al pronto soccorso. Grazie.