salve, ho 32 anni e sono sposata da 6 senza figli. Ho sempre avuto dei genitori un po’ oppressivi tanto che E’ da quando sono nata che sapevo cosa avrei dovuto studiare e cosa avrei dovuto fare nella mia vita.Visto che abbiamo un’azienda di famiglia quando ho conosciuto mio marito (geometra) ero felicissima.Ai miei genitori piaceva tanto da farlo... Leggi di più licenziare dal posto di lavoro che aveva per farlo venire al lavorare da noi.Dopo pochi mesi iniziano i problemi. Mio padre non lo ritiene adatto a portare avanti l’azienda ed inizia ad accantonarloArrivando al punto che ogni qualvolta lui apre bocca mio padre lo ribatte con arroganza. Fino ad ora io ho sempre Pregato mio marito di non rispondergli e di far finta di niente assorbendomi i malumori sia da parte di mio maritoChe dalla parte della mia famiglia (padre (che condiziona anche madre e sorella con cui lavoriamo, che sono completamente dipendenti da lui Utilizzando i soliti vocaboli e modi di mio padre). Fino a circa un mese fa avevo voglia di avere un bimbo per completare la mia famiglia, ora improvvisamente tale voglia mi e’ passata. Ho tantissimi dubbi e penso magari se avessi cercato meglio ora la situazione potrebbe essere diversa. A me fa soffrire terribilmente l’idea Che mio marito non abbia il polso per guidare la nostra azienda che con mio padre prossimo alla pensione non sta’ andando molto bene.Ho bisogno di un suo parere perche’ ho delle brutte sensazioni interne e mio marito mi ha gia’ detto che mi sente molto distante.Grazie