L’ESPERTO RISPONDE

Familiarità per Adenocarcinoma Polmonare (non fumatori)

Gentili dottori, sono una donna di 30 anni. 3 anni fa mia madre è morta a 62 anni a causa di un adenocarcinoma polmonare. Non ha mai fumato in vita sua. Vi scrivo perché da qualche settimana avverto un fastidio al lato destro del petto (a partire dalla gola fino all'altezza del seno destro, è una sensazione come di lieve infiammazione e oppressione che si accentua all'inspirazione, unicamente nel lato destro) ed un lieve abbassamento di voce (come se vibrasse in petto). Quando parlo è come se mi stancassi fisicamente.Ho avuto gli stessi identici sintomi a luglio dell'anno scorso, durati per due mesi abbondanti e poi scomparsi da sè.So che essendo giovane la possibilità che si tratti di qualcosa di grave è scarsa, ma mi domando se questi sintomi possono essere collegabili alla malattia di mia madre in qualche maniera (lei era risultata positiva alla mutazione del recettore EFGR, e quindi risultata idonea all'assunzione del farmaco Iressa), e se in qualche modo questo tipo di tumore può avere familiarità, visto che mia madre non era fumatrice e quindi la malattia non era imputabile al fumo. Potrebbe trattarsi nel mio caso, come spero, di una banale infiammazione? La cosa che mi turba è che ho avuto gli stessi identici sintomi l'anno scorso, che si sono mantenuti costanti per 2 mesi. Ci sono esami che posso fare per stare più tranquilla? Vi ringrazio per l'attenzione, Cordialmente,

Risposta del medico
Specialista in Chirurgia generale

Gentile signora i disturbi da lei accusati sembrano imputabili ad un problema di reflusso gastroesofageo più che ad un problema polmonare primitivo. Quindi sarebbe il caso che si facesse vedere dal medico e nel caso eseguire una laringoscopia (visita otorino) e se confermata l'ipotesi reflusso rivolgersi ad un gastroenterologo per la terapia del caso (antisecretori gastrici e farmaci procinetici per scaricare velocemente l'acido dallo stomaco).D'altro canto ha avuto gli stessi sintomi un anno fa e quindi la situazione non è compatibile con un tumore al polmone. Una predisposizione al cancro polmonare non può essere esclusa per principio (anche se non c'è una catena di decessi per cancro polmonare che possa sostenere questa ipotesi), ma se c'è è molto debole. Quindi importante è eliminare i fattori favorenti (come il fumo per esempio), e poi fare dei controlli seriati nel tempo. Ma non di più. Cari saluti

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Tumore ai polmoni: sintomi, diagnosi e prevenzione
Tumore ai polmoni: sintomi, diagnosi e prevenzione
9 minuti
Un farmaco intelligente contro il tumore al polmone
Un farmaco intelligente contro il tumore al polmone
2 minuti
Quanto ne sai di embolia polmonare?
Quanto ne sai di embolia polmonare?
3 minuti
Smettere di fumare migliora l’aspettativa di vita per i pazienti con HIV
Smettere di fumare migliora l’aspettativa di vita per i pazienti con HIV
2 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Chirurgia generale e Oncologia
Como (CO)
Specialista in Oncologia
Ancona (AN)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Cure palliative e Oncologia
Casarano (LE)
Specialista in Oncologia
Catanzaro (CZ)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia
Carrara (MS)
Specialista in Oncologia
Prov. di Cosenza
Specialista in Ematologia e Oncologia
Prov. di Cagliari
Specialista in Oncologia
Prov. di Milano
Specialista in Oncologia
Prov. di Perugia
Specialista in Radioterapia e Oncologia
Roma (RM)