Buongiorno, Sono una ragazza di 21 anni preoccupata per il proprio stato di salute futuro. Nella mia famiglia ci sono stati vari caso di ictus, in particolare mio padre è venuto a mancare all’inprovviso a causa di questa malattia, all’età di 47 anni. Di recente anche mio nonno è stato colpito da un TIA. Ho letto di fattori modificabili e non: mi chiedevo, rientrando anche nei fattori non modificabili data la predisposizione a malattie cardiovascolari, se necessariamente sarò colpita anche io dalla stessa malattia. Bastano esami del sangue e controllo costante (oltre ovviamente all’eliminazione dei fattori di rischio modificabili) a scongiurarla? Ringrazio anticipatamente.