L’ESPERTO RISPONDE

Fattori di rischio non modificabili ictus

Buongiorno, Sono una ragazza di 21 anni preoccupata per il proprio stato di salute futuro. Nella mia famiglia ci sono stati vari caso di ictus, in particolare mio padre è venuto a mancare all’inprovviso a causa di questa malattia, all’età di 47 anni. Di recente anche mio nonno è stato colpito da un TIA. Ho letto di fattori modificabili e non: mi chiedevo, rientrando anche nei fattori non modificabili data la predisposizione a malattie cardiovascolari, se necessariamente sarò colpita anche io dalla stessa malattia. Bastano esami del sangue e controllo costante (oltre ovviamente all’eliminazione dei fattori di rischio modificabili) a scongiurarla? Ringrazio anticipatamente.

Risposta del medico
Dr. Vincenzo Siragusa
Dr. Vincenzo Siragusa
Specialista in Cardiologia

Faccia una vita sana, mangi bene, si muova, affronti la vita con l'allegria della sua età e non pensi alla sua "familiarità per malattie cardiovascolari".

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Anestesia e rianimazione
Prov. di Bologna
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Cardiochirurgia
Barletta (BT)
Specialista in Cardiochirurgia e Cardiologia
Prov. di Salerno
Specialista in Medicina generale e Cardiochirurgia
Santa Margherita Ligure (GE)