Salve dottore, la contatto per un problema chei affligge da mesi, nel mese di marzo mi è stata diagnosticata una cervicobrachialgia in seguito all'addormentamento del braccio sinistro. Sto facendo cure e posturale per cercare di risolvere. Per i farmaci che ho preso purtroppo mi è arrivato anche il reflusso gastroesofageo, che mi provoca dolore al petto, respiro corto e oppressione.. Be io ogni qualvolta penso al cuore, e arriva l'ansia. Un giorno sono iniziate delle fitte a sinistra, vicino lo sterno, sul seno, vanno e vengono, come un ago, il mio medico di famiglia mi prende per pazza perché dice che a 33 anni non devo pensare a queste cose, ma il dolore al petto è dato dalla cervicale ed il reflusso, io misuro la pressione 200 volte al giorno e sta sempre bene, arriva max a 110/70 con battiti a 75-80..il mio medico riferisce anche che a causare ciò è lo stress, ma ogni qualvolta avverto queste fitte al petto vado in paranoia... Lei cosa ne pensa? Anche lei mi direbbe che sono esagerata? Grazie attendo una sua risposta