Sole in gravidanza: sì o no? È questa una delle domande più frequenti tra le mamme in dolce attesa durante l’estate, soprattutto nel primo trimestre che è il più delicato.  

Su questo tema ci sono numerose false credenze che spingono molte donne a evitare di andare al mare. Innanzitutto, chiariamo un aspetto fondamentale: esporsi al sole durante il periodo di gravidanza non è controindicato né vietato. Si tratta, tuttavia, di un periodo particolare per ogni donna, durante il quale si verificano cambiamenti fisiologici importanti. Per questo motivo è importante godersi il sole senza dimenticare alcuni semplici accorgimenti 

Il sole sulla pancia fa male al bambino? 

Prendere il sole in gravidanza non fa male al bambino e non influisce sulla temperatura del liquido amniotico. Anzi, i raggi solari stimolano la produzione di vitamina D, molto importante per il corretto sviluppo delle ossa. Il consiglio è quello di non esporlo direttamente al sole, soprattutto nei primi tre mesi di gravidanza, per evitare il surriscaldamento del corpo. Dopo aver spalmato una buona dose di crema solare, meglio proteggere il pancione con un pareo oppure indossando un costume intero. 

A cosa fare attenzione 

Sono tre le parti a cui le mamme in dolce attesa devono prestare maggiore attenzione durante l’esposizione solare: 

  • il viso, perché l’aumento di melanina, tipico in gravidanza, potrebbe facilitare la formazione di macchie scure soprattutto sul viso (cloasma gravidico);
  • il seno, perché le radiazioni solari tendono a dilatare i capillari e i dotti galattofori;
  • le gambe, che durante la gestazione si presentano già gonfie. Le radiazioni solari possono avere un effetto vaso-dilatatore e l'esposizione prolungata può peggiorare la stasi venosa. 

Consigli utili per prendere il sole in gravidanza 

Ecco le 5 regole utili alle future mamme per abbronzarsi in sicurezza.

  1. Utilizzare una crema solare con un alto fattore di protezione, adatta alla propria carnagione, in modo da evitare la formazione di macchie scure. 
  2. Evitare di esporsi nelle ore più calde della giornata (dalle 11 alle 17), preferendo sempre il mattino. Inoltre, è importante alternare i momenti di sole a ore di ombra. 
  3. Bere molta acqua e scegliere alimenti ricchi di vitamine e minerali (soprattutto vitamina C e D). 
  4. Fare passeggiate in acqua o sul bagnasciuga per stimolare la circolazione e alleviare i fastidi dovuti a gambe gonfie e pesanti. 
  5. Idratare la pelle anche a fine giornata con il doposole. In assenza di scottature, sul pancione può essere utilizzato anche l’olio di mandorle dolci. 

Godersi il sole in gravidanza, quindi, si può ma mai senza dimenticare le giuste precauzioni. Se hai ancora qualche dubbio, invece, puoi provare il Teleconsulto di Paginemediche QUI e chattare con un medico in maniera privata. Riceverai una consulenza qualificata in meno di 24 ore.