Buongiorno, scrivo per mio padre al quale è stato "impiantato" un P.M. circa un mese fa per BAV III (il PM interviene se in battito scende sotto una certa soglia). Da pochi giorni gli è stato riscontrato un flutter trattato con digitale succesivamente con ablazione trascatetere. Questo intervento però non ha dato risultati e nonostante l'ablazione i sintomi persistono. Ora è in Terapia con Anticoagulante e fra un mese dovrà fare la cardioversione. La domanda che volevo porvi è se il protocollo che stiamo seguendo è corretto e quali possono essere stati i motivi per i quali l'ablazione non è riuscita. I medici che hanno eseguito l'intervento non mi hannosaputo dare una risposta precisa. Grazie. Roberto.