05-12-2016

Fortissimo dolore allo stomaco scomparso improvvisamente

Buonasera. Ieri sera ho cenato con colleghi, cena piuttosto abbondante e accompagnata da birra. Già dopo la cena avvertivo un senso di digestione faticosa accompagnata da un leggero mal di stomaco (tipico di una indigestione). Tra l'altro sono reduce da una gastroenterite circa 10 giorni fa che ancora mi comporta degli strascichi (stipsi e fatica a digerire). Insomma, dopo la cena torno al mio albergo, e fuori ci sono -3 gradi. In camera, seduto al pc, dopo circa 10/15 minuti il dolore comincia a peggiorare e arriva rapidamente a un punto dove è insopportabile e mi taglia il respiro. Non ho altri sintomi, se non forse il respiro corto, perché respirare a fondo peggiora il dolore.

Esco dalla camera a questo punto piegato in due dal dolore e scendo al primo piano per chiedere qualcosa per digerire ed eventualmente chiedere aiuto. Mentre spiego al signor Pietr il mio problema mi accorgo che il dolore è passato improvvisamente. A questo punto avverto per circa 10 secondi un formicolio ad entrambe le mani. Poi più nulla. Tutto come se non avessi avuto assolutamente nulla. Niente affaticamento, niente fitte, niente più dolore allo stomaco. E anche oggi (giorno dopo) mi sento benissimo (a parte l'irregolarità di stomaco delle ultime settimane).
Ora, sono quasi certo che si è trattato di una qualche forma di congestione, ma la cosa che mi spinge a scrivere è la perplessità di come sia possibile che i sintomi siano scomparsi così all'improvviso. Non è che per caso si sia trattato di un infarto? Trovandomi all'estero non me la sono sentita di recarmi all'ospedale per investigare (e tra l'altro dopo stavo benissimo!), ma ora ho dei dubbi. Inoltre io sono un cardiopatico: operato nel 2009 per stenosi mitralica. Ma da allora a parte il controllo annuale non ho sintomi e non prendo medicinali. Grazie.

Risposta di:
Prof. Luigi Iorio
Specialista in Cardiologia e Medicina interna
Risposta

Gentile sig.re, i segni da lei presentati non debbono essere sottovalutati. Quasi sicuramente non si è trattato di un infarto come lei sospetta. I segni non sarebbero scomparsi così rapidamente ed avrebbe avuto altri segni generali molto importanti. Comunque il pasto abbondante, la temperatura abbastanza bassa, la posizione seduta sono tutti fattori che hanno concorso aila manifestazione clinica. Sarà opportuno, appena possibile anticipare il controllo cardiologico annuale, ma anche verificare lo stato del suo apparato digestivo. Per il momento eviti pasti abbondanti e bevande gasate. Saluti prof Luigi Iorio.

TAG: Cuore | Gastroenterologia | Malattie dell'apparato cardiovascolare